La Casa Vacanze Le Fornaci è ricavata nei locali dell’antico essiccatoio, dove mattoni, coppi e tegole ancora crudi venivano lasciati ad asciugare prima della cottura in fornace, e dove in certi periodi veniva lavorato il cotto fatto a mano.

L’edificio ha particolarissime caratteristiche costruttive: concilia i materiali della tradizione toscana – la pietra serena, il legno e l’immancabile cotto – con le speciali esigenze di un’antica struttura a destinazione “industriale” – ambienti ariosi, luminosi e funzionali. La combinazione ha un fascino del tutto particolare, lasciato volutamente intatto, anche dalla recente ristrutturazione, negli spazi comuni e nell’aspetto esterno della costruzione.

Al suo interno invece sono stati sapientemente ricavati 13 graziosi Appartamenti di varie dimensioni, perfettamente ristrutturati, ariosi, luminosi e arredati con cura; ciascuno di essi è dotato di cucina e bagno nuovi.
La struttura può facilmente ospitare anche gruppi nutriti di ospiti con un’ampia possibilità di sistemazione in appartamenti gemelli. Gli accorgimenti costruttivi impiegati garantiscono comunque tutta la privacy desiderabile.

Tutti gli appartamenti sono dotati di un doppio affaccio e hanno l’ingresso sulla splendida corte e sul grande sottostante parco di proprietà. Gli alloggi del pian terreno si aprono sotto il Grande Loggiato; quelli del primo piano sul ballatoio.

All’interno della struttura si colloca la vineria  “Cantuccio del Vino” di Luisa e Claudio, espressione di un connubio tra una degustazione stuzzicante e leggera e un bicchiere di buon vino da scegliere tra le numerose etichette e da assaporare in totale relax.

Il giardino in prossimità dell’edificio è dotato di un’ampia Zona Ombreggiata e attrezzata per consumare pasti all’aperto, una zona barbecue, una piscina e numerosi angoli appartati per il vostro relax. Il Parco digrada verso la zona di autentica Campagna e di Bosco che fanno parte della proprietà: non di rado si ha la fortuna di osservare in lontananza cerbiatti, volpi e cinghiali affacciarsi timidi al confine del bosco.